mercoledì 25 luglio 2012

il Pesto "scomposto"

C'era una volta un pesto che non voleva essere "pestato", questa è la sua storia, un pesto che non è pesto, che è l'insieme e l'essenza del pesto.

Quindi "astenersi perditempo" questo NON è un pesto :-)




Sul pesto genovese esistono già infinite disquisizioni in rete, di come debba o non debba assolutamente(!) essere, i puristi si indignano, gli innovatori inventano, i genovesi se la ridono sotto ai baffi "ché di pesti alla genovese ne esistono mille versioni, ogni famiglia ha la sua ricetta" e come dice la mia amica genovese: "il pesto è bello perché è anarchico".

Insomma io il pesto me lo sono "scomposto"  e questa variante al pesto "ufficiale" mi è piaciuta assai.

L'uso di patate e fagiolini non ha niente di nuovo, anche questo è cosa comune in liguria e spesso si abbinano alle trenette al (classico) pesto.


Ingredienti per ogni porzione:

1 manciata di fagiolini
2 piccole patate novelle
1 rametto di basilico
1 cucchiaio di pinoli
riccioli di pecorino semi-stagionato
80 gr di pasta


Pulite fagiolini e patate. Le patate, se novelle, non occorre sbucciarle, basterà spazzolarle accuratamente sotto l'acqua corrente.
Tagliate le patate a pezzetti piccoli e mettetele da parte.
Tagliate i fagiolini a pezzetti di circa 3 cm e metteteli da parte.

Mettete sul fuoco una pentola di acqua salata e portatela a bollore.
Quando inizierà a bollire mettete le patate e fate riprendere il bollore (ci vorranno due minuti circa), quindi aggiungete i fagiolini e la pasta e portate a cottura (queste indicazioni vanno bene per una pasta che cuoce in dieci minuti circa, se i tempi di cottura sono diversi modificare i tempi di conseguenza).

Mentre tutto cuoce lavate e tritate il basilico, tagliate il pecorino a riccioli (a questo scopo una grattugia a lama piatta, di quelle per fare riccioli di cioccolato o anche una per il tartufo, è perfetta!).

Scolate la pasta, spolverate con il basilico tritato e un'abbondante spolverata di pinoli, mescolate bene ed impiattate, quindi distribuite il pecorino su ogni piatto.

Buon appetito!

5 commenti:

  1. a me piace questo pesto non pesto, pesto scomparso...

    RispondiElimina
  2. a proposito di meta-pesto oggi nella mia schiscetta avevo un pesto leggero (solo basilico, olio e pinoli) e patate... variazioni infinite!!

    RispondiElimina
  3. Ma quanto mi ispira questo tuo pesto, non pesto, pesto scomposto! Sa comunque di buono!
    E siccome qui siamo sempre affamatissimi, me lo segno e lo proverò al più presto.
    nasinasi golosi
    miciapallina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao miciapallina! grazie per il tuo commento!!

      Elimina